L’estate parla bulgaro

La Festa del Cinema Bulgaro Torna a Milano

 

Una programmazione pensata per il pubblico delle sale

 

La Festa del Cinema Bulgaro torna a Milano e disegna un programma a misura di grande pubblico: dal 13 al 15 novembre all’Anteo spazioCinema (ingresso libero) il pubblico milanese potrà conoscere il meglio della produzione cinematografica bulgara scelta con un’attenzione particolare per i film, certo di qualità, ma capaci di creare emozione. Fra i lavori in programma, quindi: Vazvishenie (Elevazione), che aprirà il 13 novembre la rassegna, alla presenza dell’attore Alexander Alexiev. Seguono due storie romantiche ed emozionanti: Gomma da masticare di Stanislav Todorov che sarà presente ad incontrare il suo pubblico e Knockout, O tutto quello che lei ha scritto, di Niki Iliev: sarà presente in sala Orlini Pavlov, uno dei protagonisti. In programma anche omaggio allo scrittore Georghi Gospodinov a sei dei racconti del quale è dedicato il film ad episodi 8’19”. In chiusura, il 15 novembre, verrà proiettato il candidato bulgaro nella corsa per gli Oscar, L’Onnipresente.

 

“Abbiamo voluto selezionare i film che fossero meno da Festival e più nella linea della Rassegna: eccellenze sempre perchè è questo l’obiettivo di questa nostra iniziativa, ma uscendo dal red carpet per andare incontro al quel desiderio di storie che è del pubblico che esce di casa per andare in sala.” Così ha spiegato Yana Jakovleva, direttore dell’Istituto Bulgaro di Cultura, le ragioni di una scelta artistica e contenutistica.

La festa del cinema bulgaro è organizzata dall’Istituto bulgaro di cultura a Roma con il sostegno del Consolato Generale della Repubblica di Bulgaria a Milano in collaborazione con il Centro linguistico e culturale Qui Bulgaria, grazie al sostegno del Ministero della Cultura della Repubblica Bulgara e del Centro Nazionale di Cinematografia bulgaro.

TEAM FORLÌ

Grazie all'Accordo firmato nel 2015 tra L'Istituto bulgaro di cultura a Roma e la Scuola di lingue, letterature, traduzione e interpretazione - Campus Forlì dell'Università degli Studi di Bologna, sulle traduzioni dei sottotitoli per la Festa del Cinema bulgaro lavorano gli straordinari studenti della prof. Laska Laskova